Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/lorenzcr/public_html/wp-content/plugins/growbox/growbox.php on line 945
7 Modi Infallibili per ↑AUMENTARE↑ gli Iscritti della Newsletter

7 Modi Infallibili e Testati per Aumentare gli Iscritti della tua Newsletter

7 modi infallibili per aumentare gli iscritti alla tua newsletter
1 Condivisioni

Money is in the list. Impossibile negarlo. Appendi questa frase accanto al tuo PC. La newsletter è il migliore strumento di Web Marketing che esista. Dario Vignali, il uno dei più conosciuti esperti di Web Marketing in Italia, ne parla approfonditamente in alcuni post e scrive:

Se domani dovessi scegliere tra il blog o la newsletter sceglierei la newsletter senza ombra di dubbio. Con la Newsletter mi basta creare un nuovo blog e avvertire i miei iscritti per generare gli stessi risultati di Dariovignali.net.

La newsletter può portare traffico ovunque si voglia e fa guadagnare (sia con le affiliazioni che con gli info-prodotti).

Comunque, prima che tu possa inviare mail hai bisogno che le persone si iscrivano alla newsletter. Ecco 7 tattiche infallibili per aumentare gli iscritti della tua newsletter:

1# Rendi Semplice L’Iscrizione

Non sto insinuando che i tuoi utenti non abbiano la testa, ma in alcuni siti web è davvero difficile iscriversi. Non aver paura di ripetere i tuoi optin; dovrebbe essercene almeno uno in ogni pagina del tuo sito web.

Alcuni posti che convertono bene per piazzare i tuoi form:

Menù: le persone si aspettano un pulsante che può portare ad una landing page o può far comparire un popup per iscriversi nel menù, a destra, perciò tu farglielo trovare pronto!

Accanto al logo: fai capire ai tuoi visitatori che la newsletter del tuo sito è davvero importante: posiziona un form d’iscrizione accanto al logo del sito, sopra il menù. Inserisci una buona call to action: in quel luogo è essenziale, visto che è quasi sempre scomodo inserire immagini in quel punto del sito. Il sito di Alessandro è un buon esempio:

optin nel menu

Home Page: noi blogger italiani siamo sempre lontani anni luce dai nostri colleghi americani. Piano piano ci adattiamo agli standard internazionali, ma siamo piuttosto arrugginiti nel farlo e a volte non lo facciamo proprio. Uno di questi casi è l’optin in gran stile nella Home Page. Quando un tizio qualunque visita il tuo sito atterra o passa inevitabilmente dalla Home; implementa questo tipo di form sul tuo sito e vedrai impennare i grafici delle iscrizioni!

optin home page

Post: credo che sia abbastanza scontato! Alla fine di ogni post dovrebbe ASSOLUTAMENTE esserci un form d’iscrizione, possibilmente inerente all’articolo in base alla categoria d’appartenenza.

popup efficaciSovrapposizione: i popup sono ancora efficacissimi. Leggi questo articolo di Jacob King se non ci credi 🙂

Per conto mio OptinMonster.com è il miglior tool (a pagamento) per creare popups personalizzati.

Pagina 404: un visitatore che incappa in una pagina che per qualsiasi motivo, probabilmente chiuderà il nostro sito e se ne andrà per sempre. Come possiamo rimediare? Offrendo un ebook o qualcosa d’interessante per il lettore in modo che si iscriva alla newsletter e noi lo possiamo formare a dovere per poi portarlo all’acquisto dei nostri info-prodotti.

Come aumentare gli iscritti della tua newsletter

Io ho implementato sul blog questa tecnica col plugin Genesis 404 Page. Prova tu stesso a vedere, magari scrivendo:

https://www.lorenzcrood.com/abc123hkdlsmjk

Se non hai un tema StudioPress puoi anche farlo con questo plugin.

2# Crea Contenuti Utili Che Le Persone Cercano

Se uno arriva su un sito di cucina è possibile supporre egli che sia attratto da quello stesso argomento.

Se crei dei post che piacciono ai tuoi visitatori, essi sono più propensi a iscriversi alla tua newsletter, credendo che potrebbero ottenere contenuti ancora più significativi di quelli che già hanno visto.

Del buon contenuto è informativo e/o intrattenitore (meglio se ha entrambe le caratteristiche).

Le liste e i tips sono dei format facilmente leggibili e condivisibili. Un esempio di lista è il post che ho pubblicato qualche tempo fa sui migliori SEO blog italiani e non.

3# Acquisisci Autorità e Crea la Tua Audience

audience

Guardati in giro in cerca di opportunità per aumentare la tua visibilità scrivendo di argomenti mai trattati e discutendo di altri conosciuti nel tuo settore.

2 modi per iniziare questo processo infinito sono:

  • Diventa un guest blogger o un collaboratore. Fai una lista dei blog del tuo settore che ricevono molto traffico, pubblicala come post con un link ad ogni sito e invia una mail ad ognuno di essi avvisandoli del link. Dopop un po’ di tempo chiedi se puoi pubblicare dei post sui loro blog. Probabilmente ti ritorneranno il favore 😉
  • Segui gli influencer (possono essere podcaster, YouTuber, blogger, Instagramers, …) e fatti notare: condividi, commenta, discuti e mettiti al centro della scena!

Aumentare la tua autorità Online porterà più traffico al tuo sito, che sarà davvero interessato agli argomenti del tuo blog. Quindi sarà più disposto ad iscriversi alla newsletter rispetto ad uno che arriva direttamente da Google.

4# Offri Qualcosa di Valore in Cambio Dell’Iscrizione

Per convertire in lettori fidelizzati i semplici visitatori facendoli iscrivere alla newsletter bisogna far leva su un Lead Magnet: si ricatta l’utente con un contenuto esclusivo.

Per mettere in atto questa tecnica di Direct Email Marketing devi però avere uno strumento fondamentale per ogni marketers che si rispetti: un autoresponder.

Personalmente uso Active Campaign, il tool più completo e professionale che ci sia (che ti consiglio con tutto il cuore).

Quest concetto di esclusività è molto importante.

Devi far capire che iscrivendosi alla tua newsletter si ha l’accesso esclusivo che la maggior parte delle persone su questo pianeta non ha!

Incentiva i nuovi visitatori ad iscriversi promettendo loro eBook di poche pagine, ma di valore. Non conta la lunghezza (soprattutto perchè non li deve visionare Google). Devono offrire informazioni difficili da reperire che possono attrarre un discreto numero di visitatori.

Alcuni consigli per un lead magnet perfetto:

  1. Fornisci una soluzione specifica per un mercato ultra-specifico
  2. Impegnati nel promettere un qualcosa di grande valore(non troppe soluzioni o cose vaghe)
  3. Fai in modo che l’utente ottenga il risultato finale sperato
  4. Dai soddisfazione immediata
  5. Fai in modo che il tuo lead abbia fiducia in te e nel tuo brand (ecco un esempio pratico, o meglio un “Case Study”, per fare il figo) 😉
  6. Fai in modo che la tua soluzione abbia valore (non in denaro, ma una vera soluzione al problema dell’utente)
  7. Fai in modo che sia di consultazione rapida (una checklist, ad esempio, sarà sicuramente più snella di un PDF di 40 pagine)

CONSIGLIO PRO: Dai un prezzo reale a quello che offri (che sia un PDF, un video o altro), tipo €7, €17 o €37.

Per avere un esempio di questa tecnica basta iscriversi a Death to the Stock Photo, che promette nuove immagini gratuite (spettacolari) ogni mese. Questa tecnica tiene fidelizzati gli iscritti e li trasforma in potenziali clienti velocemente!

Se sei interessato ad altri tips per far crescere il tuo business online vai qui.

5# Promuovi La Tua Newsletter Sui Social Media

La maggior parte dei tool Online offrono l’integrazione con Facebook e Twitter.integrazione con facebook

In pratica crei un form con il tuo servizio di Email Marketing preferito e lo sincronizzi con Facebook. Creerà quindi una scheda sulla tua pagina Facebook. Le persone a cui piace la tua pagina potranno perciò iscriversi senza visitare il tuo sito web!

Un altro bel modo di promuovere una newsletter è pubblicare sui social parte di quello che offri in esclusiva agli iscritti.

6# Sii trasparente e Rendi Chiare Le Aspettative

A nessuno piace essere preso in giro. Quando chiedi al tuo pubblico di iscriversi alla tua newsletter devi essere sicuro di rispettare tutte le promesse che fai. Altrimenti i nuovi iscritti si cancelleranno subito e segneranno le tue mail come SPAM.

Occhio al brand!

Sei tu, ricordi? 🙂

7# Testa e Ottimizza

Quando si parla di Email Marketing, si parla di dati in percentuale e consigli generici. Questo perchè la chiave di tutto è testare.

Non è l’unico modo per capire cosa funziona e cosa no: puoi sempre leggere i post che trovi in giro…

Però è il metodo più affidabile, visto che si sta parlando della tua nicchia, del tuo sito e del tuo pubblico! Le tecniche di un sito che parla di SEO non sono così efficaci con uno di mobili.

Devi testare ogni cosa: il copy, il collocamento dei vari optin e dei widget sul tuo sito, il tipo di regali e il contenuto che offri.

Chiedi del feedback dai tuoi iscritti. Chiedi cosa vorrebbero avere come regalo.

Oppure ricorri agli strumenti per analizzare ciò che fanno i tuoi iscritti tramite il tuo servizio per inviare loro le mail. Fai A/B testing e ottimizza la tua strategia di Email Marketing!

Iscriviti alla mia newsletter per carpire i miei segreti nel fare Email Marketing!

Ricevi direttamente nella tua casella di posta i trucchi SEO per i quali le aziende mi pagano

Ricevi tutti gli aggiornamenti e i contenuti premium.

Accedi

Utilizza la migliore strategia SEO per WordPress

Non è difficile se hai una strategia.

100% sicuro. Cancellati quando vuoi.

100% sicuro. Cancellati quando vuoi.

1 Condivisioni

14 Comments

  1. Non so, sul fatto che bisognava scrivere bene e formulare il sito correttamente, c’ero già arrivato.
    Il fatto è che al sito si atterra dal motore di ricerca, su facebook dal sito, e perciò, invece, dal vivo che si potrebbe fare?
    Volantinaggio?
    Ho il sito in manutenzione e vedo che altrimenti si è proprio persi.

    1. Be’, questo articolo è incentrato sulla conversione di utenti che visitano il nostro sito web, ecco perché non ho parlato della conversione “dal vivo”.

      Ovviamente di solito essa ha risultati più scarsi rispetto a quella standard, ma potresti provare con le tecniche che funzionano di più: offrire uno sconto a chi si iscrive, regalare qualcosa oppure fare in modo che l’iscrizione valga dei punti che possono essere accumulati.

      Il punto è che non puoi vedere e misurare i risultati: o fai iscrivere i clienti a vista, oppure è impossibile sapere quanti davvero si iscrivono.

      A meno che non adotti un sistema più avanzato e automatico: chi si iscrive può ottenere la password della wifi della tua attività per esempio (devi fare in modo che riescano comunque a raggiungere il tuo sito anche senza password).

  2. Mario

    Non ci pensavo che potessi mettere un optin sulla pagina 404… Geniale!

    1. Non è una tecnica molto diffusa, ma può rivelarsi molto utile, soprattutto sui siti con molte pagine. Comunque consiglio sempre di fare un check di tutti i link rotti almeno una volta ogni due mesi sul proprio sito, ad esempio con questo plugin.

  3. Alessio

    Ciao io mi trovo in una situazione un po diversa…non so se hai qualche spunto da offrirmi. Gestisco un’enoteca e ho iniziato ad inviare newsletter ai miei clienti per avvisarli di occasioni speciali e di eventi che organizzo. Il fatto è che ovviamente vorrei riuscire ad aggiungere nuovi indirizzi email e rivolgermi ad un pubblico più grande (per ora ho poco più di 300 email). Con la pagina facebook ho raggranellato qualche contatto in più, ma bene o male chi segue la pagina conosce già le ultime novità e non è particolarmente interessato alla newsletter…cosa posso invertarmi?

    1. Quella di un gadget o uno sconto speciale per chi, agli eventi, ti dà la propria mail acconsentendo di essere iscritto alla newsletter. Puoi fare lo stesso online sia sui social che tramite il tuo sito 😉

      1. Alessio

        Si, hai ragione l’idea dell’omaggio per gli iscritti è un’idea carina…devo solo capire bene come organizzarmi per pubblicizzare questa cosa 😀 Visto che ci sono…Invece sull’affitto di liste di indirizzi email hai esperienza? Ho la sensazione che chi fa pubblicità via newsletter usa questa soluzione però sul servizio che uso sconsigliano di gli invii a queste liste http://www.opendem.it/acquistare-indirizzi-email-perch-evitare-l-acquisto-di-mailing-list.html. Secondo potrebbe valere la pena provare? Anche perché non sarebbe un investimento da niente

        1. Assolutamente non provare! Spenderesti soldi per nulla!

          Comprare liste di mail (anche se non sono prese a caso) è uno spreco inutile di soldi, piuttosto investili nel guadagnarteli pubblicando buoni contenuti. Si tratta proprio di una delle cose peggiori che potresti fare, che potrebbero nuocere seriamente al tuo business. Inoltre inviare SPAM a chi non ha dato il suo consenso è illegale.

          Non sto qui a elencarti tutti i pro (quasi nulli) e i contro nel dettaglio perchè potrei farci un post a parte. Ti consiglio invece la lettura di questo post: https://blog.mailup.it/2016/06/acquistare-indirizzi-email-non-conviene-i-perche-e-le-alternative

          1. Alessio

            Accidenti quindi tutti d’accordo che è una pessima idea…Considera che ero convinto che fosse la prassi comune! Grazie per le tue risposte e per il tuo tempo…cercherò di aver pazienza e continuerò a raccogliere un indirizzo alla volta.

  4. Gabriele

    Ottimo articolo e ottima citazione di Dario Vignali!

    Grazie per i consigli, non vedo l’ora di metterli in pratica sul mio blog!

    1. Grazie!

      Ho dato un’occhiata al tuo blog, ed è impostato proprio bene, con ottimi contenuti… Continua così e vedrai che riuscirai a ottenere ottimi risultati!

      Ti consiglio di creare un infoprodotto da vendere tramite un funnel (cosa che sicuramente saprai fare visto i temi che tratti) 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

50% Complete

Iscriviti in modo da restare aggiornato

Niente SPAM, solo contenuti di qualità.

Ricevi tutti gli aggiornamenti. Cancellati quando vuoi.

1 Condivisioni
Condividi1
+1
Tweet
Condividi