Come Velocizzare WordPress del 245%: la Guida Definitiva [2018]

Guida completa su come velocizzare WordPress

Se questo non è il primo post che leggi probabilmente avrai notato che son riuscito ad aumentare la velocità di caricamento del mio blog. Oggi ti spiegherò come ho fatto e ti insegnerò le tecniche più efficienti per velocizzare WordPress senza spendere chissà che cifre e senza troppe difficoltà tecniche.

Ciò che devi sapere infatti è che esistono decine e decine di metodi diversi per velocizzare un sito WordPress, ma sono pochi quelli che portano davvero a dei risultati concreti. ⚡

Son riuscito a velocizzare WordPress ed ecco il risultato
Clicca qui per vedere il test

Ecco il mio grafico di Google Analytics (il tool gratuito di Google che uso per monitorare le visite), in cui ho messo in evidenza i periodi di crescita dovuti alle tecniche che tra poco ti andrò a spiegare.

arrow
aumento del traffico col miglioramento del caricamento del mio sito
Ecco come son riuscito ad aumentare la velocità del mio blog e quindi anche il traffico grazie delle tecniche semplici (ad aprile non c'è stato un calo se te lo stai chiedendo: quando ho fatto lo screenshot era l'inizio del mese)

CONSIGLIO: se non hai tempo per concentrarti in questo momento salva l’articolo, così potrai recuperarlo da Facebook più avanti!

A Cosa Serve Avere Blog Veloce?

Riuscire ad aumentare la velocità di un sito web/blog è fondamentale! Ora ti elenco le dirette conseguenze del miglioramento del caricamento di un blog:

  • Aumenta il traffico
  • Aumenta il tempo di permanenza
  • Migliora la User Experience
  • Migliora il posizionamento sui motori di ricerca
  • Aumentano le conversioni
  • Aumentano le vendite

Avere un sito web che si carica a fatica è disastroso. Devi infatti sapere che...

  • Il 40% degli utenti lasciano il sito se ci impiega più di 3 secondi a caricare (Fonte)
  • L’80% degli utenti che hanno riscontrato delle performance scarse su un sito, non acquisteranno più

Se vuoi altri motivi per cui dovresti migliorare la velocità del tuo blog ti lascio il link di un ottimo post che lo spiega.

Se invece sei già convinto puoi continuare la lettura, magari dopo aver condiviso questo articolo 😉

Come Velocizzare WordPress: Tutte le Tecniche Che ho Usato (e Che Funzionano!)

come fare per velocizzare un sito wordpress

Non spaventarti se non riesci a capire il significato di qualche termine, al momento opportuno te li spiegherò. Inoltre sappi che mettendo in atto le tecniche in arancio automaticamente farai tutte le sottostanti.

Queste tecniche sono in ordine di efficienza:

  1. Usa un hosting performante e settalo al meglio
    1. Abilita la cache dinamica
    2. Abilita la compressione gZIP
    3. Sfrutta SuperCacher
    4. Usa CloudFlare
  2. Utilizza WP Rocket
    1. Minifica e concatena i file Javascript e CSS
    2. Abilita la cache del browser
    3. Ottimizza il database
    4. Abilita il LazyLoad
  3. Installa un framework scattante
  4. Ottimizza e comprimi le immagini (manualmente e automaticamente)
  5. Usa un CDN (se leggi tutta la mia guida ti mostrerò come ottenerlo gratis!)
  6. Mantieni solo i plugin essenziali, disattiva tutti gli altri
  7. Altri consigli: abilita il keep alive, aggiorna WordPress, previeni l'hotlinking...

Ok, andiamo ora a spiegare nel dettaglio ogni singola tecnica.

Prima di mettere in pratica qualsiasi tecnica prima misura la velocità del tuo sito così com'è con Pingdom, un ottimo tool gratuito. Così dopo aver messo in pratica quanto segue potrai vedere il miglioramento.

P.S. Devi inserire l'url esatto della pagina da testare, Pingdom misura la velocità delle singole pagine, non dell'intero sito. Te lo dico perché solitamente si inserisce la home page, ma sarebbe meglio inserire l'indirizzo di un articolo, poiché

Un altro tool che sicuramente ti può essere utile è Google PageSpeed Insights, un tool che ti aiuta a trovare i problemi che potrebbero rallentare il caricamento di un sito.

Usa un Hosting WordPress di Prima Scelta: Fa la Differenza

L'hosting è il carburante del tuo sito. Se il carburante non è buono, puoi ottimizzare la tua macchina quanto vuoi, ma non otterrai mai risultati soddisfacenti.

Ecco perché dovresti scegliere un buon hostingEcco quindi che urge trovare un buon carburante per il nostro sito web.

Se hai già letto la mia guida su come creare un blog sicuramente saprai perché è così importante la scelta dell'hosting, ma se così non fosse, te lo riassumo.

Ci sono hosting gratuiti e scadenti, poi ci sono gli hosting a pagamento ma performanti e con un sacco di servizi aggiuntivi.

Non è che ci sia un male ed un bene assoluto, però sicuramente se vuoi aumentare la velocità di un sito WordPress devi essere pronto a investire qualcosina (che non è poi tanto) per delle fondamenta solide al tuo blog.

Non si parla affatto di cifre stratosferiche, parliamo di meno di €50 all'anno. Ma io non ho tanto tempo da perdere cercando di convincerti. Sei grande abbastanza per capirlo da solo.

Però sappi che un buon hosting non serve solo per velocizzare un sito, ma anche per esser sicuro di non perdere nessun dato, ricevere immediato supporto in qualsiasi caso, apparire  autorevole, esser protetto dagli hacker e dai malware, proteggere la tua privacy e quella dei visitatori.

Insomma, solo chi non ha nulla da perdere può affidarsi ad un hosting gratuito, oppure chi fa test, oppure un semplice blog senza monetizzazione.

Quando ero ancora un ragazzino avevo provato più e più volte a creare qualche bel blog per poi farci qualche soldo; col budget che avevo (praticamente zero) non riuscivo però a farlo restare online più di due/tre mesi, o perché qualcuno si divertiva a dossarlo, veniva infettato, oppure l'hosting mi bloccava le risorse quando ricevevo troppe visite.

Quindi il mio sito veniva bloccato temporaneamente (minimo 2 giorni, vista la scarsa assistenza) oppure sospeso a tempo indeterminato, senza la possibilità di salvare un backup dei dati, quindi vedendo perdere tutto il lavoro di mesi in pochi istanti. Non tutti gli hosting gratuiti sono così, eh. Però sicuramente sono limitati, oppure presentano pubblicità.

Siteground è stato ottimizzato per WordPress
Siteground + WordPress: la coppia che scoppia!

Poi incominciai a testare i vari servizi di hosting per velocizzare il mio blog, ma solo quando provai Siteground (perché avevo letto la recensione di un blog che seguivo, ma che ora è offline) capii davvero la differenza tra hosting mediocri e hosting con ottimi prestazioni.

Se invece scegli Siteground come ho fatto io da diversi anni, non avrai problemi: l'assistenza è più che ottima, la protezione contro ogni virus è garantita, ecc. (se vuoi leggere tutte le caratteristiche basta che vai sempre a leggere la mia guida su come creare un blog che ho linkato sopra).

Ma a noi interessa Siteground soprattutto per due cose:

  1. Velocizza il caricamento di un sito (grazie a Supercacher, e dopo ti spiego cosa fa)
  2. Le sue performance sono state ottimizzate apposta per WordPress

ATTENZIONE: Se hai già il tuo sito su un altro hosting non c'è problema! Quelli di Siteground ti offrono la migrazione gratuita semplice, veloce e senza perdita di dati! Tu non devi fare nulla, pensano a tutto loro. E se non ti trovi bene c'è comunque il rimborso.

Una volta che hai un blog hostato su Siteground (se ne vuoi creare uno nuovo basta che consulti questa mega guida), devi scegliere le opzioni che Siteground ti mette a disposizione.

Vediamo come sfruttare Siteground al meglio con SuperCacher e CloudFlare

Prima occupiamoci di Cloudflare, un tool utilissimo che si frappone tra il tuo sito e il visitatore, che aumenta la velocità di un sito WordPress di molto.

Dal cPanel, il pannello di controllo del tuo sito, puoi trovare qui ciò che ci serve:

cPanel di Siteground.it

Quindi clicca su Cloudflare e attivalo, dovrai inserire la tua mail.

Una volta attivato, vai in "Settings" e imposta il tutto come ho fatto io.

E con questo abbiamo finito le impostazioni di CloudFlare.

Ora passiamo a quelle di SuperCacher, un sistema di caching a vari livelli (cache statica, dinamica) che non ha nessun altro hosting. SuperCacher è il nome del sistema per velocizzare i siti web che SiteGround ha creato esclusivamente per i suoi utenti.

Stavo per spiegarti come devi procedere per impostare anche questa funzionalità, ma poi ho fatto una breve ricerca ed ho trovato già un'ottima guida a riguardo, che linko, altrimenti starei qua a ripetere esattamente le stesse cose e le stesse immagini.

Installa WP Rocket, il Miglior Plugin (in Assoluto) per la Cache

WP Rocket: plugin WordPress per la cache

Credimi quando ti dico che tra tutti i plugin per velocizzare WordPress, WP Rocket è stato quello che a primo impatto mi ha dato l'impressione di poter davvero dare una spinta significativa al caricamento del mio blog.

E se non vuoi credere a me basta che cerchi su Google "miglior plugin per la cache", recentemente molte più persone hanno scoperto questo plugin e sta diventando famoso, ma prima non era così.

(Se non sai cos'è la cache ti rimando alla pagina di Wikipedia)

L'unica pecca è che si tratta di un plugin a pagamento, anche se costa solo €39. Ma credimi quando ti dico che è stato il miglior investimento che abbia mai fatto per il mio business, insieme a Siteground.

Appena lo installi noti un miglioramento, che è più significativo se le tue pagine web sono pesanti. Per me è stato amore a prima vista, non cambierei mai con nessun altro plugin.

Io te lo consiglio con tutto il cuore.

WP Rocket è stato il mio "trucco" principale per dare una spinta notevole al caricamento di questo sito, non ho mai visto un plugin così sinceramente.

Prima di questo ho anche provato anche plugin come WP Super Cache, W3 Total Cache, Simple Cache, ecc. ma nessuno di questi gli tiene testa.

wp rocket è il migliore

Non è tutto: WP Rocket offre funzionalità avanzate per le quali solitamente si utilizzano più plugin. Ma allora non posso usare questi plugin? No, perché come vedremo dopo meno plugin hai attivi sul tuo blog e più si caricherà veloce.

Con WP Rocket puoi e devi:come funziona il lazyloading

  1. Abilitare la cache, cioè una copia statica del tuo sito in modo che quando venga richiesta dall'utente si carichi molto più in fretta
  2. Abilitare il pre-caricamento della cache, che consiste appunto nell'usare dei bot per simulare la visita di un utente e caricare in anticipo la cache del tuo sito
  3. Abilitare il LazyLoad, cioè il caricamento delle immagini solo quando l'utente scrolla la pagina fino alla risorsa richiesta, ciò che non viene visualizzato non viene caricato
  4. Abilitare la minificazione e l'ottimizzazione dei file CSS e JS
  5. Settare altre opzioni per ottenere il miglior risultato

Per spiegare come fare ad abilitare tutte queste opzioni ho deciso di creare un PDF con tutte le istruzioni e allegarlo qui sotto, in modo da non allungare troppo questa guida.

Come Impostare WP Rocket al Meglio [Scarica il PDF Gratuito]

Se vuoi scoprire come devi fare per settare tutte le opzioni di WP Rocket in modo da ottenere il miglior risultato possibile, basta che clicchi uno dei pulsanti qui sotto.

Aggiornamento: Insieme a WP Rocket usa Autoptimize

Ho scoperto un'altra tecnica per aumentare la velocità di caricamento, quindi ho deciso di aggiornare subito questa mega-guida per renderla la più completa sull'argomento. ⚡

Al posto di usare solo WP Rocket sia per la minificazione che per la cache, usa WP Rocket + Autoptimize.

Autoptimize infatti è migliore nel minificare le risorse del tuo sito.

In questo modo son riuscito a ottenere un punteggio un po' più alto nei tools che misurano la velocità e anche con Google Pagespeed.

Risultato con Google Pagespeed

Anche con GTmetrix ho ottenuto un punteggio migliore.

Miglioramento dei punteggi

Ogni volta che scoprirò una tecnica nuova provvederò prontamente ad aggiornare la guida.

Usa un Tema Senza Fronzoli ma Elegante

Esistono milioni di temi per WordPress (non esagero) che possono dare ai tuoi contenuti tutti i design che uno può desiderare a questo mondo.

Il problema però è che quei temi pieni di animazioni che sono "componibili" diciamo, non vanno bene: sono pesantissimi. E se mi permetti, conosco siti web con temi pesantissimi che son più brutti di altri davvero minimal.

Sarà anche che a me piace lo stile minimal (anche a te?), però non credo sia un parere soggettivo più di tanto.

Guarda per esempio questi siti e dimmi se non sono belli: Sito1, Sito2.

esempio di sito con un tema bello e veloce (Credits: rankxl.com)
Esempio di sito con un tema bello e veloce

Un buon tema non aumenta solo la velocità (che influisce poi sul posizionamento), ma influenza direttamente anche la SEO. Google infatti deve riuscire a capire ciò che c'è scritto su ogni sito, per capirne il contenuto, ma solo se la codifica del codice è strutturata in un certo modo è comprensibile (stiamo parlando di markup dei siti e di Schema.org, per i più esperti).

In generale posso consigliarti di andare su  Themeforest, dove puoi trovare ottimi temi a poco.

Se vuoi un consiglio più specifico, questi sono i temi che son più veloci e ottimizzati per il posizionamento su Google:

In realtà i primi 2 elencati non sono proprio temi, sono framework, cioè solitamente vengono accompagnati da un "child theme" che lo appesantisce pochissimo, ma ne cura la grafica. Se vuoi saperne di più approfondisci qui.

E Io Che Tema Uso?

Prima usavo un child di Genesis, poi però ho trovato una soluzione ancora migliore...

Personalmente ora uso Growtheme, un tema veloce e anche (secondo me) il migliore tema per tutti quei blogger che vogliono aumentare le conversioni e sono attenti alla velocità di caricamento.

Comprimi e Ottimizza le immagini (sia Manualmente che Automaticamente)

La compressione delle immagini è una parte fondamentale della strategia per velocizzare WordPress. In particolare le immagini grandi e quelle immagini che sono quasi sempre viste dai lettori.

  • 1

    Salva le immagini con le giuste dimensioni

    Per esempio non caricare un'immagine gigantesca sul tuo sito per poi inserirla nel tuo sito in dimensione "media" o "miniatura", caricala già con le dimensioni giuste. Questo perché quando scali le immagini, il sito in realtà andrà sempre a prendere l'immagine originale.

  • 2

    Installa un plugin per la compressione automatica delle immagini

    ...che non intacca la loro qualità! In pratica va a ridurre il numero di pixel usati dall'immagine, ma in modo che l'occhio umano non si accorga di nulla, ottenendo però una diminuzione del peso delle immagini (viene detta compressione lossless, cioè senza perdita di dati).

ewww image optimizer

Io uso questo plugin gratuito: EWWW Image Optimizer. Il suo funzionamento è molto semplice.

Dopo che lo hai installato e attivato su un sito, devi settare le impostazioni da qua: https://www.tuosito.com/wp-admin/upload.php?page=ewww-image-optimizer-bulk

opzioni del plugin per ottimizzare le immagini

Dopodiché quando vuoi ottimizzare le tue immagini basta che vai qui e clicchi "Scansiona alla ricerca di immagini da ottimizzare": https://www.tuosito.com/wp-admin/upload.php?page=ewww-image-optimizer-bulk

Altrimenti puoi abilitare la compressione pianificata (che è prevista ogni ora) dalle "Impostazioni Avanzate" del plugin.

A livello SEO poi dovresti curare altri aspetti delle immagini come gli alt tag, la descrizione, ecc. Ma siccome non voglio andare off-topic ti consiglio di dare un'occhiata a questo ottimo articolo in merito di Emanuele Vaccari, un mio collega.

Sfrutta la Potenza di un CDN (Se Hai Seguito la Mia Guida l'Hai Già Attivato)

cloudflare

Un CDN è una rete di server che conservano una copia dei file statici del tuo sito, quei file cambiano raramente. In questo modo quando un utente si collega al tuo sito non deve aspettare di raggiungere un server lontano, ma chiede a quello più vicino a lui.

il funzionamento di una cdn

I vantaggi?

  1. I tuoi server non sono sovraccaricati
  2. La velocità di caricamento delle pagine aumenta
  3. Maggior sicurezza dei dati
  4. I crawler e i bot vengono ostacolati
  5. Il tuo blog può esser raggiunto velocemente in tutto il mondo (utile per i siti multilingua)

Tutto molto allettante, non è così? Ma sai qual è il bello? Che tu hai già un CDN attivo sul tuo sito se hai fatto ciò che ti ho detto passo-passo!

Infatti quando abbiamo parlato di Siteground ti ho fatto anche attivare CloudFlare.

Poi, se hai scaricato la guida per configurare le opzioni di WP Rocket e velocizzare un blog WordPress, hai inserito la chiave API del tuo account CloudFlare e collegato il tuo sito.

Siteground infatti riduce i passi da fare per implementare un sistema di questo tipo, rendendo il tutto più semplice... Te l'avevo detto che un buon hosting ti avrebbe semplificato molto la vita 😉

Disattiva Tutti i Plugin in Più

Riguardo a questa tecnica, non c'è molto da sapere. Più plugin hai attivi sul tuo sito e più sono pieni di script, più appesantiscono incredibilmente un sito web.

come disattivare i plugin su wordpress

Indicativamente ti consiglio di non averne attivi più di 25 sul tuo sito, per esperienza personale. Dipende molto anche da che plugin sono, ma poniti l'obiettivo di eliminare tutti quelli che non servono davvero.

Per esempio se hai qualche plugin decorativo, oppure se hai qualche plugin che fanno cose che possono essere svolte già da qualche altro plugin. Non usare più plugin per la stessa cosa.

Per vedere che plugin sono attivi sul tuo sito e disattivarli questo è l'indirizzo: https://www.tuosito.com/wp-admin/plugins.php

Altre Tecniche Utili per Velocizzare WordPress, Ma Non Troppo

Sei giunto quasi alla fine di questa grande guida, dalla quale hai appreso tutte le tecniche che sono in grado di velocizzare WordPress sensibilmente di qualche secondo (importantissimi, visto che un sito veloce si carica in meno di un secondo, massimo 2).

Qui ho deciso comunque di aggiungere tutte quelle tecniche che magari non apportano una differenza di velocità visibile ad occhio, ma che nel complesso possono dare una mano.


1# Tieni sempre aggiornato WordPress e tutti i plugin; controlla se ci sono aggiornamenti da qua: https://www.tuosito.com/wp-admin/update-core.php

tecniche .htaccess

2# Abilita il keep Alive, che permette di ridurre i tempi di download delle pagine del tuo sito. Ti basta incollare questa stringa di codice nel file .htaccess:

<ifModule mod_headers.c> Header set Connection keep-alive </ifModule>

Se hai installato Yoast SEO sul tuo blog (spero proprio di sì, è un plugin fondamentale per la SEO), puoi comodamente modificare il file .htaccess da qua: https://www.tuosito.com/wp-admin/admin.php?page=wpseo_tools&tool=file-editor

3# Abilita la compressione gZIP, che consiste appunto nella riduzione delle dimensioni delle pagine web da parte dei server, per facilitarne il download.

Modifica il file .htaccess come ti ho mostrato prima, aggiungendo queste linee di codice:

<IfModule mod_deflate.c>
AddOutputFilterByType DEFLATE text/plain
AddOutputFilterByType DEFLATE text/html
AddOutputFilterByType DEFLATE text/xml
AddOutputFilterByType DEFLATE text/css
AddOutputFilterByType DEFLATE application/xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/xhtml+xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/rss+xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/javascript
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-javascript
</IfModule>

4# Disabilita l'hotlinking, che avviene quando un altro sito usa le immagini o i media sul tuo sito per sé, gravando sui tuoi server al posto che suoi suoi. Per farlo devi incollare questo codice all'interno sempre del file .htaccess:

RewriteEngine on
RewriteCond %{HTTP_REFERER} !^$
RewriteCond %{HTTP_REFERER} !^http://(www\.)tuosito.com/.*$ [NC]
RewriteRule \.(gif|jpg|jpeg|bmp|zip|rar|mp3|flv|swf|xml|php|png|css|pdf)$ - [F]


Spero che questa mega guida da quasi 3000 parole su come puoi velocizzare un sito WordPress ti sia stata utile! Se così fosse supportami con una condivisione o un commento, grazie 🙂

Ricevi direttamente nella tua casella di posta i trucchi SEO per i quali le aziende mi pagano

Ricevi tutti gli aggiornamenti e i contenuti premium.

Accedi

Utilizza la migliore strategia SEO per WordPress

Non è difficile se hai una strategia.

100% sicuro. Cancellati quando vuoi.

100% sicuro. Cancellati quando vuoi.

15 Comments

    1. Lorenz Crood

      Nel 90% dei casi vince WP Rocket, ma dipende sempre da sito a sito. Per essere sicuro ti basta testare 😉

  1. Lorenz per quel che riguarda il Keep Alive: si può attivare in ogni caso? Non “serve” l’https come per http\2?

    1. No, però su alcuni hosting magari è già attivo… Siccome in questa guida consiglio Siteground non l’ho specificato perché su Siteground appunto bisogna attivarlo manualmente. Comunque per sapere se il keep alive è attivo su un sito basta usare questo ottimo tool gratuito: WebPagetest.

  2. Gio

    Grazie per quello che fai, anche se non commento quasi mai e son praticamente “invisibile”, ti ammiro molto e spero che non smetterai di scrivere.
    Un tuo true fan.

  3. chissà

    Un altro articolo per sponsorizzare Siteground, un hosting schifoso ma che dà commissioni alte agli affiliati. Bah

    1. Che sponsorizzo Siteground è vero, ma solo perché la mia esperienza personale è ottima, e poi guarda che non te ne intendi molto di affiliazioni se dici così. Ci sono anche hosting che pagano molto ma molto di più (€80 o anche €100) per vendita singola, ma non li sponsorizzo perché si tratta di merda pura (anche per questo hanno affiliazioni così remunerative).

      Inoltre sappi che non puoi dire “hosting schifoso” senza portare dati sul tavolo… Tutti i test che io ho svolto e che ho pubblicato sono a favore di Siteground, così come quelli della maggior parte dei miei colleghi. Qui non si tratta di opinioni, ma di dati di fatto, di test e di prove.

      Quindi prima di far vedere la tua incompetenza documentati va’ 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

50% Complete

Iscriviti in modo da restare aggiornato

Niente SPAM, solo contenuti di qualità.

Ricevi tutti gli aggiornamenti. Cancellati quando vuoi.

Condividi170
Tweet2
Pin2
+1
174 Condivisioni