Rivelato il Trucco Segreto Per Ottenere Backlink Gratis dai Competitors!

Come ottenere backlinks - Il metodo dei link nascosti
Tempo di lettura: 6 minuti

Come ottenere backlink gratis? E pure dai competitor?? Questa non la sapevi, ah? Mi fa piacere che ogni tanto tu trovi qualche articolo utile (sarcasmo)… Vedrai che ti piacerà questa tecnica Black Hat. Quando l’ho scoperta per la prima volta pure io mi sono stupito per la semplicità con cui si possono ottenere backlinks gratis in quantità.

Di cosa sto parlando? Di come puoi ottenere migliaia di baclinks gratuiti con la tecnica dei link nascosti. Si tratta di una tecnica semplicissima che permette di ottenere quanti link si vogliono che puntano al proprio sito (backlinks).

ATTENZIONE: Se sei contro le tecniche SEO poco etiche questo metodo non fa per te. Però ti assicuro che il metodo dei links nascosti funziona, funziona bene e funziona ancora oggi (testato più e più volte), se fatto come si deve.

MOLTA ATTENZIONE: Se vuoi mettere in pratica questa tecnica devi prima leggere TUTTO l’articolo, altrimenti che questo metodo va accompagnato da una strategia più completa e a lungo termine.

Scommetto che fino ad adesso stavi pensando al link building fatto attraverso 2 modi:

  • Con programmi SEO come GSA, Scrapebox o altri tool che permettono di automatizzare processi (ad esempio il comment posting) per i quali ci vorrebbero ore di noioso lavoro.
  • Trovando manualmente (e con un sacco di tempo) post rilevanti che riguardano la tua nicchia e scrivere dei commenti costruttivi con un link all’interno

La migliore delle opzioni è ovviamente la seconda, perché si sa che a Google non sono mai piaciute le macchine che fanno ottenere backlinks a raffica, purtroppo…

[AGGIORNAMENTO]: Ho ricevuto proprio su questo post un commento fatto con Scrapebox (leggi la mia lista di strumenti che uso per fare SEO) e tra l’altro è pure il primo; se sei curioso vai a vederlo.

Trovare manualmente dei post interessanti che riguardano la tua nicchia non dovrebbe essere difficile, ma dimmi quante volte sei andato a controllare che il tuo commento sia stato approvato? E che il tuo link non sia stato rimosso?

Siccome so che non l’hai mai fatto, mi sono preoccupato di scrivere 100 commenti sui blog importanti che riguardano la SEO e ho constatato che solo 24 sono stati approvati, di cui 9 col link ancora intatto.

Il 91% dei commenti che contengono dei link vengono cestinati.

Ma io sono sicuro che possiamo fare molto meglio!

Signori e Signore, Ecco a Voi il Metodo dei Link Nascosti

Ok, ora vediamo finalmente come ottenere link al proprio sito.

Il metodo del link nascosto permette di ottenere baclinks a volontà su siti autorevoli e senza spendere tempo a scrivere dei commenti e trovare un posto al nostro link.

Ecco la linea di HTML attorno alla quale ho costruito tutto questo articolo, quella con cui ti ho preso in giro per tutto il tempo… 😉

<a href="//www.lorenzcrood.com"></a>

Si tratta della riga di codice HTML più semplice al mondo, ma che crea un link con un anchor text invisibile!

Per farla breve, ecco un esempio di commento che ho fatto ad un post di un sito autorevole:

Complimenti! Non ho mai letto un post così interessante! <a href="//www.lorenzcrood.com"></a>

Ed ecco come un webmaster vedrebbe il commento quando deve decidere di approvarlo.

link nascostiNessuna traccia del link che ho infilato di nascosto nel commento!

Non perderti:  Come Non Perdere Tempo e Essere Più Produttivi [22 LIFEHACKS] ~ Da Leggere!

Credi che non ci sia più? È ancora lì intatto, te l’assicuro! Per verificarlo prova a fare una prova sul tuo sito: modifica il commento (cliccando due volte sul commento) con l’editor e riconoscerai il tuo link.

Nell’80% dei casi tutti i commenti che creerai con questo metodo verranno approvati col link intatto.

Automatizza la SEO: prova i tools che uso per i miei siti e quelli dei miei clienti.
Strumenti SEO gratis e non

Qualcosa andrà storto solo se:

  • L’amministratore del sito decide di modificare il tuo commento
  • Il webmaster è un SEO Black Hat
  • C’è una addetto ai commenti (di solito sui grandi siti)

Di conseguenza queste potrebbero essere delle buone soluzioni per incrementare la percentuale di approvazione:

  • Scrivere commenti privi di errori grammaticali
  • Scrivere commenti di lode al creatore dell’articolo (è un vecchio trucco, ma funziona sempre eheh)
  • Scrivere commenti per siti medi (nè sconosciuti, ne di fama mondiale)
  • Non commentare con link nascosti sotto questo articolo 😉

Ti piace questo post?

Iscriviti per ricevere aggiornamenti (e altri contenuti premium).

Resta aggiornato
50% Complete

Ricevi gli aggiornamenti

Iscriviti per restare aggiornato

100% sicuro. Cancellati quando vuoi. Niente SPAM.

100% sicuro. Cancellati quando vuoi.

Come Controllare che i Backlinks Siano Intatti

> Per vedere se il link è stato inserito correttamente puoi usare questo tool gratuito che ho creato apposta.

In alternativa puoi andare a controllare se il backlink c’è ancora accedendo al codice HTML della pagina dove l’hai inserito. Per farlo ti basta cliccare CTRL+U nel tuo browser.

Informazioni Importanti

Ricordati che se dovessi utilizzare tool per la SEO come Ahrefs, SEMrush, o Open Site Explorer vedrai <a>noText</a> come anchor text. Non preoccuparti: è completamente normale e non subirai penalizzazioni se il tuo sito non ha solo backlinks nascosti.

Quindi? Cos’hai imparato oggi?

  • La diversità dei link è importante
  • Ottenere backlinks gratis dai commenti è molto semplice
  • Ottenere backlinks direttamente dai siti dei tuoi competitor lo è altrettanto
  • Iscriversi alla mia newsletter è ultra-importante se vuoi ottenere altri trucchetti simili

“Mica Sono Backlinks No-Follow Che Non Servono a Niente?”

All’inizio non sapevo se specificare o meno questo aspetto, ma poi è saltato fuori nei commenti ed eccomi qua…

Sì, caro lettore, hai perfettamente ragione: la maggior parte dei backlinks che si ottengono dai commenti sono nofollow. Quello che però non sai è che sono anch’essi importantissimi per la SEO!

Come sai il principale fattore di ranking su Google è il numero e la qualità dei backlinks che ha una pagina. Ecco una grafica frutto di una ricerca di Searchmetrics sui fattori che sono stati più importanti per tutto il 2016:

backlinks nofollowCome vedi i backlinks nofollow, al contrario di quanto si pensi, sono addirittura più importanti di quelli dofollow e considerando che questa infografica è stata creata verso la fine del 2016 significa che questo vale tuttora.

Se ancora non mi credi vai a leggerti questo Case Study ben fatto. Anzi, ti riassumo subito i 5 vantaggi dei link no-follow riportati nell’articolo, visto che non è proprio corto:

  • Ti fanno notare in fretta da Google
  • Permettono di diversificare i tipi di backlinks (andrebbe fatto sempre). Avere solo backlinks follow sarebbe troppo strano e verresti penalizzato. Nell’articolo si dice che quel sito aveva ben l’89% dei backlinks che erano nofollow ed è passato dal non essere preso proprio in considerazione a finire in prima o seconda posizione, a seconda delle keyword!
  • Portano traffico (referral)
  • Portano iscritti
  • Portano profitti
Non perderti:  Gli 11 Strumenti Migliori Per Fare Link Building Che Ti Servono

Pensa ad esempio a Wikipedia… Si sa che i link delle fonti sono no-follow, eppure portano un sacco di traffico e visibilità.

Se Non Leggi Questo Poi Non Lamentarti

Attenzione: è impossibile negare che i link nascosti siano di qualità notevolmente inferiore rispetto ad un link normale all’interno del contenuto principale con molta più utilità per l’utente.

Ma è anche vero che se usi questa tecnica con moderazione, soprattutto con un sito nuovo, potresti ottenere comunque risultati discreti. Comunque sia non applicherei troppo questa tecnica ad progetto a lungo termine.

Bisogna stare sempre attenti a non incappare in una penalizzazione, quindi fai tutto con calma: non creare 50 commenti in un giorno, limitati a 1/3.

Non limitarti a questa tecnica: devi implementare una strategia SEO più duratura e basata su ciò che porta reale valore all’utente.

E non fare l’errore di ottenere backlinks solo per la Homepage; un po’ sì, ma non troppo.

Akismet, l’Unico Rompiscatole

akismet plugin

L’unica rogna con cui potresti avere a che fare più spesso sarà Akismet, un plugin anti-SPAM. Akismet è un plugin pre-installato su WordPress che evidenzia i link nascosti a chi decide se approvarli. Non è però detto che il link vada perso: sta al webmaster scegliere se cestinarlo o no.

Molti potrebbero approvare il commento senza battere ciglio, ignorando il link.

La buona notizia è che Akismet è un plugin pre-installato, ma non pre-attivato. Quindi solo chi ha Akismet installato e controlla i commenti scrupolosamente può notare i backlinks nascosti. Ricordati che migliaia di webmaster credono che la SEO sia un tipo di combustibile vegetale o chissà cos’altro…

Alla prossima, caro SEO black hat!

Hey, aspetta! Va bene ottenere backlinks dai commenti dei tuoi “avversari”, ma come fai per ottenere links tramite vie più normali? Scopri quali sono gli strumenti utilizzati dalle agenzie SEO per fare Link Building: https://www.lorenzcrood.com/link-building-tools-strumenti

Ok… Ora è il tuo turno! Per favore condividi questo metodo su Facebook, nei gruppi nei forum o dove preferisci.

Inoltre il mio prossimo metodo TOP SECRET sarà condiviso SOLO con chi si deciderà a iscriversi, quindi fatti un favore e inserisci la tua maledetta mail!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (12 votes, average: 4,25 out of 5)
Loading...

Lorenz Crood

Ottimizzo i siti web con la SEO per posizionarli su Google dal 2011. Sono un consulente SEO e aiuto imprenditori e professionisti a creare e far crescere il proprio business online. Mi piace condividere le strategie di web marketing che sperimento. Leggi di più su di me | Apparso su | Inizia da qua

Automatizza la SEO: prova i tools che uso per i miei siti e quelli dei miei clienti.
Strumenti SEO gratis e non

139
Lascia un commento

avatar
63 Comment threads
76 Thread replies
1 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
63 Comment authors
Lorenz CroodgennaroKyleFabrizioGiuseppe Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

loris
Ospite

E’ interessante questa cosa!

Dani
Ospite
Dani

Ciao bello, non è che poi un infausto giorno google riconosce il codice che c’è intorno al link, capisce che hai fatto il black e ti fa il culo a strisce come il mio gatto quando s’incazza?

Alex
Ospite
Alex

La cosa funziona anche su disqus?

emanuele
Ospite

un buon consiglio lo sto sfruttando da lunedì e in mio blog su google si sta alzando velocemente ,grazie…ovviamente faccio pubblicità anche qua lol

Alessandro Di Somma - Web Napoli Agency
Ospite

Ho voluto verificare questo trucchetti Black Hat, e dico subito che non mi sembra così interessante. Ecco il case study.
Ah, ovviamente non ci ho provato con te, perché non sei il mio tipo.
In realtà ho fatto un commento ad un post di un mio sito web (WordPress 4.9.6) e nell’elenco dei commenti era presente l’HREF senza label da te suggerita.
In grigiolino, è vero, ma in bella mostra. La tecnica può funzionare per tutti i siti che non presidiano i commenti. Ma dove i commenti sono in moderazione, ritengo faccia cilecca.

Market mover
Ospite

Ottimo suggerimento. Grazie

Adriano
Ospite

Quindi in questo modo non serve inserire il link smo-kingshop [.] it

Adriano
Ospite

Quindi se scrivo smo-kingshop [.] it indicizzo il mio sito?

Maria
Ospite

Complimenti! Non ho mai letto una copertura così interessante!

Gianni
Ospite
Gianni

molto interessante

Daniele
Ospite

ciao!
come faccio ad essere sicuro che il blog in cui vado ad inserire il commento è in wordpress e non faccio una figura barbina perchè nel mio commento rimane bello visibile solo il tentativo di nascondere il mio link???:)

Luca
Ospite

Grazie mille per i consigli!

Fabrizio
Ospite

interessante. grazie per l’informazione 🙂

Emanuele
Ospite

Ma che bel trucchetto grazie. Ma funziona solo su wordpress?

lorenzo
Ospite

Bravissimo sei un genio

andrea lanconelli
Ospite

ottimo articolo

Sara
Ospite
Sara

Interessante articolo, grazie mille per i suggerimenti.

Hen
Ospite
Hen

Ti ringrazio. Mi sono iscritta, ora attendo le sue mail come da istruzione.

Matteo Carella
Ospite

Ciao Lorenzo, sto cercando di improvvisare un po’ di SEO per la mia azienda per imparare qualcosa io stesso, e devo dire che questa tecnica mi ha sconvolto :’D
Da oggi hai un nuovo follower!

Simone
Ospite

Complimenti per l’articolo

50% Complete

Iscriviti in modo da restare aggiornato

Niente SPAM, solo contenuti di qualità.

Ricevi tutti gli aggiornamenti. Cancellati quando vuoi.

153 Condivisioni
Condividi153
Tweet
Condividi
Pin