Fare SEO nel 2020: la Rivoluzione di Google (e Altre Favole Favolose)

seo 2017

Ogni anno noi SEO pubblichiamo articoli sulle news che provengono dal mondo di Google. Spesso si tratta di trattati filosofici ad alto “contenuto fuffoso”, altre volte di veri e propri paragrafi schifezza messi lì tanto per occupare spazio, simili a quelli dei siti gossip.

ATTENZIONE: Il titolo è ironico e altamente click-bait. Cercherò di non farlo più, ma spero di farmi perdonare con il sorriso che ti strapperò con grazie a questo pseudo-articolo scoop.

Il 2020 si preannuncia l’anno migliore per pubblicare e leggere alcune novità PAZZESCHE simili a quelle elencate qui sotto, che sicuramente saranno pubblicate a breve:

  1. La SEO morirà (per l’ennesima volta, visto che ha più vite di un gatto) perchè c’è stato un colpo di stato ai piani alti di Google: un gomblotto!!
  2. Il sito dei clienti si troverà ancora in terza pagina perchè c’è stato un gomblotto
  3. La lista dei migliori SEO italiani si aggiornerà di nuovo e verrà pubblicata su siti appena avviati non per ottenere visibilità, backlinks o quant’altro, ma per amore della conoscenza. 😇
  4. Diremo che Google in realtà si fa pagare e che c’è un gomblotto (sì, ancora). Solo Obama ci salverà (o Trump, come preferisci).
  5. Diremo che è cambiato tutto e che niente è più lo stesso.
  6. Nemmeno noi saremo gli stessi.matt
  7. Solo lui sarà sempre lo stesso.
  8. Il 2019 è stata una pacchia, per non parlare del 2018. Il 2017, non pensiamoci, altri tempi… Ognuno faceva quello che gli pare!! Ma la SEO nel 2020 sarà un macello. Pochi siti sopravviveranno al massacro… Altro che Mobilegeddon!
  9. Diremo che Google spamma; che è puro SPAM. Che andrebbe penalizzato – e sarebbe costretto a chiedermi una mano col servizio di depenalizzazione – e che se ci fossi io l’avrei ripulito di tutta la schifezza che c’è (e che avrei portato il mio sito almeno in seconda pagina di nascost… Shhh!).
  10. Continueremo ad usare immagini e titoli fasulli per fare click-baiting (come l’articolo di un tizio strano su Dario Vignali o quello che stai leggendo)
  11. Ci vanteremo coi clienti dei nostri 20 anni di esperienza, anche se Google è stato fondato nel 1998, perchè in realtà l’abbiamo inventato noi e ce l’ha rubato Matt Cutts
  12. Diremo che non cambierà nulla
  13. Troveremo altri 1000 modi per ripeterci le stesse identiche cose da quanto Matt era in fasce
  14. Diremo di avere la verità in mano
  15. Pubblicheremo casi d’uso del tutto inutili o articoli del tipo “La SEO è morta”, per tenere le informazioni migliori da vendere negli info-prodotti (di qualcosa dovremo pur vivere, no?)
  16. Scriveremo che la SEO è il modo migliore per fare soldi online
  17. Poi ci iscriveremo ad un paid to write di bassa qualità
  18. Content is king, perchè l’ha detto lui
  19. Diremo che il PageRank non conta più nulla
  20. Ci concentreremo solo ed esclusivamente sul PageRank
  21. Penseremo: SEO Black Hat? EBOLA, MORTE, PENALIZZAZIONE
  22. Convinceremo un cliente del fatto che noi SEO siamo perfettini al 200%, e poi tutti a fare link building
  23. Usciranno, infine, decine di articoli anti-bufala per smentire tutti i precedenti 22 punti.
  24. Quando leggerai un articolo del genere avrai la straordinaria sensazione di stare imparando qualcosa di utile

Ok, ho finito tutte le mie idee, ma se ne hai altre commentale pure qui sotto…

Scherzi a Parte, Come Stanno Davvero le Cose?

Te lo spiega, in modo eccellente, Giorgio Taverniti:

Insomma, come hai capito, 2017, 2018, 2019 o 2020 son solo parole utili da inserire nei titoli dei propri post per far sì che gli utenti capiscano che non si tratta di contenuti di un’era fa.

Leggi anche:  Link Building: Cos'è e Perché è Fondamentale per il Tuo Sito

Ma non esserne ossessionato.

La SEO ha sempre un solo obiettivo: dare agli utenti la miglior esperienza possibile, e se la fa come si deve, non si cambiare troppo negli anni 😉

Fare SEO nel 2020 sarà esattamente come lo è stato in tutti questi anni, se l’hai fatta bene. Se non è così o temi di esserti perso qualcosa incomincia a studiarla.

UPDATE: quest’anno nuovo video di Giorgio Taverniti, che seguo con costanza e vi consiglio se volete tenervi aggiornati sul mondo della SEO e dei social.

Spero che questo articolo ti sia piaciuto… Mi raccomando, iscriviti!

Lorenzo

Ottimizzo i siti web con la SEO per posizionarli su Google dal 2011. Faccio anche il consulente SEO e aiuto imprenditori e professionisti a creare e far crescere il proprio business online. Mi piace condividere le strategie di web marketing che sperimento. Leggi di più su di me | Apparso su | Inizia da qua | Consulenza SEO

Ricevi direttamente nella tua casella di posta i trucchi SEO per i quali le aziende mi pagano

Ricevi tutti gli aggiornamenti e i contenuti premium.

Accedi

Scopri le Tecniche SEO per cui le Aziende Pagano Consulenti e Agenzie

Non è difficile se hai una strategia.

100% sicuro. Cancellati quando vuoi.

100% sicuro. Cancellati quando vuoi.

Hai bisogno di un consulente SEO?

guest
20 Commenti
Most Voted
Newest Oldest
Inline Feedbacks
View all comments
Michele Mincone

Beh, sicuramente dietro tutto questo c’è un piano, un grosso gombloddo per mandarci tutti all’ultima pagina della SERP. Addio traffico, addio vendite e addio affiliate marketing. Oltre alla morte definitiva della SEO morirà anche il Business Online.

Mirko

Ottimo Articolo

Mirko

Molto Utile, è sempre bello leggere vari punti di vista sulla SEO così da capire se quello che sai è coerente con i trend di mercato o aggiungere nuovi mattoncini al tuo bagaglio di esperienze.

Kyle

Bel articolo come sempre. Si vede che hai molta esperienza nel settore Seo.

Nello Poli

Una lista di nomi interessante! Non ci sono io, ma va bé!
Dovrò scrivere qualche articolo sulla morte della SEO 😀

Laura

Ciao, ho provato, inserendo la mia mail, a scaricare il contenuto sulle nicchie, ma non da segni di vita…

Roberto Rizzo

Ma stiamo ancora a parlare di SEO ? Ma non era morta ? Eppure mi pareva di averlo sentito da qualche parte … Mah!!!!

Andrea Torti

Be’, allora siamo già preparati 😀

In ogni caso, per l’Ebola siamo arrivati (pare) a un vaccino – almeno in quel campo, il progresso non si è fermato!

Alessia

Beh, il punto 10 è un sempreverde 😀

Pietro Leoni

Insomma è tutto un gomblotto!!! 🙂

50% Complete

Iscriviti in modo da restare aggiornato

Niente SPAM, solo contenuti di qualità.

Ricevi tutti gli aggiornamenti. Cancellati quando vuoi.

56 Condivisioni
Share48
Tweet5
Pin3
Share
WhatsApp